Descrizione

SPUMANTE ROSATO BRUT GOCCIA:

SANGIOVESE 100%

RACCOLTA E VINIFICAZIONE:

L’uva dello  SPUMANTE ROSATO BRUT GOCCIA viene raccolta manualmente in cassette e subito pressata integralmente senza diraspatura in modo soffice. Solo la parte più nobile del mosto ottenuto viene fermentata a bassa temperatura in acciaio. Dopo un primo periodo di affinamento, il vino ottenuto passa alla presa di spuma in autoclave dove rimane poi sui lieviti per circa 4 mesi. Il risultato è uno spumante fresco, complesso dove i sentori di piccoli frutti a bacca rossa hanno un rimando di crosta di pane e una spuma fine e persistente. Temperatura di servizio 6-8° C

La Storia

Il 1427 anno che rappresenta anche l’inizio di una costante ricerca di miglioramento

Anna Maria Sommaruga, la nonna di Andrea, nel 1964 ha acquistato la proprietà di Panzanello.

La nonna decise di trasformarla per poter accogliere i suoi figli e i suoi nipoti e trasmettere, alle generazioni future, cosa significa “famiglia”.

Qui nasce l’amore di Andrea per le vigne e nel 1994, non volendo fare il commercialista a Roma, si trasferì a Panzanello.

Nel Dicembre 1994 iniziò così la sua avventura di vignaiolo.

Fin da subito, Andrea Sommaruga ha continuato ad “educare” i propri vigneti come aveva fatto Franciesco Ciucci D’Ugolino nel 1436.

Andrea ha selezionato continuamente le migliori uve, al fine di dare vita, anno dopo anno, a vini di qualità.

A chi beve i vini Panzanello viene offerta la possibilità di provare la passione che c’è dietro facendo un vero e proprio viaggio nel tempo.

Imbottigliamento

Andrea ha effettuato il primo imbottigliamento di vino nel 1997 e come inizio non è stato male!

Ha iniziato con 8000 bottiglie.

Nel 1997 Andrea si sposa con Ioletta e anche lei, trasferitasi da Roma a Panzanello, abbandona l’idea di fare l’architetto.

Affinché i vini potessero soddisfare e conquistare anche i più esperti tra i suoi clienti, Andrea ha investito tutti i suoi sforzi nell’assicurarsi che ogni singola bottiglia possa trasmettere la sua unicità.

Segreti

Secondo Andrea ci sono due segreti per avere successo con il vino:

  • Il primo segreto è la PAZIENZA ……… Pazienza di aspettare che tutto sia maturo al punto giusto per un prodotto di QUALITA’.
  • Il secondo segreto è il RISPETTO…… Rispetto per la natura diventando nel 1998 una azienda BIOLOGICA

Il resto della storia ve la racconteranno i figli di Andrea e Ioletta, Giorgio e Carlo!